LE AREE INTERNE TRA ABBANDONI E RICONQUISTE

Facciamo eleggere : la campagna per le amministrative di Forum DD e Ti Candido

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

In autunno alcune delle più grandi città italiane, e tanti comuni piccoli e medi andranno al voto. La dimensione territoriale, come abbiamo scritto, è per noi un terreno interessante per la sperimentazione delle nostre proposte per la giustizia sociale e ambientale. Il livello locale è infatti quello in cui è più facile ricucire la cesura che sembra esserci nel Paese tra la politica e il diffuso patrimonio di saperi, competenze e pratiche che migliaia di espressioni del civismo attivo mettono in atto tutti i giorni per andare verso uno sviluppo e un’economia più giusti e meno disuguali, più attenti alle persone e al loro ambiente.

Alle prossime elezioni amministrative abbiamo quindi deciso di mettere a disposizione i nostri saperi per sostenere un processo che contribuisca a promuovere nuove forme di rappresentanza ed una partecipazione attiva della società civile, oltre che a rimuovere barriere all’entrata alla rappresentanza amministrativa, contribuendo a costruire una nuova classe dirigente competente, attenta ai luoghi e alle persone. Nasce così #FacciamoEleggere, campagna che co-promuoviamo insieme a Ti Candido, che già da tre anni sostiene candidature dal basso e con cui condividiamo un comune modo di intendere i processi di trasformazione della società raccolto in un memorandum, che ha l’obiettivo di sostenere candidate e candidati con forti motivazioni e capacità e impegnati per la giustizia sociale e ambientale.

Candidati e candidate, soprattutto giovani, che mettano al centro del loro impegno: la lotta alle disuguaglianze e la valorizzazione delle diversità, la tutela dei diritti e delle libertà individuali, la prospettiva di genere e la tutela dell’ambiente e dei beni comuni; che siano espressione di comunità, di alleanze sociali e coalizioni civiche territoriali; che ambiscano a essere un ponte tra gli interessi dei meno rappresentati ed i luoghi della decisione. Giovani che spesso rischiano di rimanere esclusi o non considerati solo perché fuori dai percorsi tradizionali dei partiti e quindi per diseguali condizioni di partenza.

Vedi anche...