LE AREE INTERNE TRA ABBANDONI E RICONQUISTE

Presenti al Futuro: le nuove sfide per la montagna: focus 26 e 27 novembre

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

La Montagna toscana: tanti luoghi differenti, ricchi di storia, cultura, tradizioni, identità. Luoghi che contano quasi 600mila residenti distribuiti su una superficie di oltre un milione e 800mila ettari, con 156 Comuni di piccole dimensioni e un’economia  prevalentemente agricolo artigianale. Luoghi che con il tempo hanno vissuto un inesorabile declino fatto di spopolamento, abbandono, di mancanza di servizi e di opportunità.

Ma oggi qualcosa sta cambiando. Stiamo assistendo ad un risveglio di questi territori, ad una rinnovata attenzione, ad un interesse condiviso per farli rinascere, ripopolare, valorizzare, per ritrovarli come parti fondamentali della vita e dell’economia della nostra regione. E’ per questo che Anci Toscana ha voluto dedicare a questo tema il suo secondo hackaton della rassegna Dire e Fare, “Presenti al futuro: le nuove sfide per la montagna” del 26 e 27 novembre: due giorni di confronto per cercare concretamente le strade da seguire, per mutare prospettiva, aggiornare le chiavi di lettura, impostare un nuovo rapporto e un nuovo equilibrio tra aree interne e aree urbanizzate e sostenere le ragioni per restare, tornare e investire nella montagna.  Per Riabitare sarà presente il nostro Andrea Membretti

Vedi anche...