LE AREE INTERNE TRA ABBANDONI E RICONQUISTE

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Federcasse

Condividi su twitter
Twitter
Condividi su facebook
Facebook

Federcasse è l’Associazione nazionale di rappresentanza delle circa 240 Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen italiane. Banche cooperative di comunità (di proprietà di oltre 1 milione e 300 mila soci) con finalità mutualistiche, le BCC raccolgono il risparmio di un determinato territorio e nello stesso territorio lo impiegano a favore soprattutto di famiglie e piccole e medie imprese. Il 95% dei crediti delle BCC deve essere erogato a favore di persone, imprese, soggetti del Terzo settore che vivono o lavorano nel territorio dove il risparmio è stato raccolto.

Le BCC, in quanto banche cooperative a mutualità prevalente, non hanno l’obiettivo di massimizzare il lucro individuale, bensì di creare un vantaggio collettivo per le proprie comunità di riferimento. Questo essere “in presa diretta” con i territori, le porta pertanto ad avere un punto di osservazione privilegiato delle dinamiche locali e delle tendenze di carattere sociali ed economiche e ad adottare logiche di sviluppo orientate al lungo termine, all’inclusione e alla partecipazione. 

A giugno 2021, le BCC rappresentano in 674 Comuni (per il 90% con meno di 5 mila abitanti) l’unica realtà bancaria presente.

Sotto il profilo economico, negli ultimi venti mesi (dal gennaio 2020), le BCC hanno accresciuto la propria raccolta del 15% e gli impieghi del 7%. La quota di mercato complessiva nel credito ai comparti produttivi (dati al giugno 2021) è del 10,7%, ma in certi settori molto più elevata. In particolare, il 24,4% del totale del credito alle imprese artigiane, il 22,5% di quello complessivo all’agricoltura, il 21,9% di quello al turismo viene erogato dalle BCC.

Per quanto riguarda le tipologie di aziende servite, la quota di mercato delle BCC nel credito alle micro imprese (fino a sei addetti) è del 19,5%; alle piccole imprese (fino a 20 addetti) è del 25,3%.

In questo tempo di pandemia, il sistema del Credito Cooperativo ha deliberato moratorie per 41 miliardi di euro, crediti garantiti per 11,8 miliardi, erogazioni liberali urgenti a favore di istituzioni sanitarie, enti ed associazioni delle comunità nei primi tre mesi di emergenza per oltre 15 milioni.

Le BCC italiane, ai sensi della legge di riforma del Credito Cooperativo (Legge 49/2016 e successive modificazioni e integrazioni), aderiscono obbligatoriamente ad uno dei due Gruppi Bancari Cooperativi, Iccrea (al quale aderiscono 130 BCC) e Cassa Centrale (cui aderiscono 71 BCC-CR). Le 39 Casse Raiffeisen dell’Alto Adige – sempre in esito alla riforma del 2016-2018 – hanno dato vita ad un sistema di garanzia reciproca l’IPS Raiffeisen (Institutional Protection Scheme).

Le BCC-CR aderiscono anche a Federazioni Locali 16 in tutto il territorio nazionale.

Federcasse negozia e sottoscrive il contratto collettivo nazionale di lavoro dei circa 35 mila dipendenti del sistema (BCC, Capogruppo, Federazioni Locali, Enti e società collegate), effettua la revisione cooperativa per conto del Ministero dello Sviluppo economico sulle BCC, cura le relazioni istituzionali (un Ufficio di rappresentanza anche a Bruxelles), progetta e realizza attività di formazione tecnico-identitaria,  coordina processi e progetti di cooperazione tecnica allo sviluppo in Ecuador e Togo.